Il 2021 sarà un anno per DeFi Cross-Chain, Why Kava e Hard Stand sopra gli altri

Indubbiamente il 2020 è stato l’anno della finanza decentrata, o semplicemente DeFi.

È cresciuto a passi da gigante, e le fondamenta poste da piattaforme come la blockchain Kava stanno preparando la sfera criptica per una crescita ancora maggiore oltre il bitcoin e l’Ethereum, costruendo la nuova internet del denaro.

Genesi: L’ascesa di DeFi

Nel 2017, le ICO sono state la voce della città, e ciò ha contribuito a far salire i prezzi dell’Ethereum a un massimo storico, quindi questo è stato l’anno in cui il concetto di applicazioni decentralizzate ha iniziato a prendere piede.

Pochi protocolli erano specificamente inclini a rivoluzionare la finanza attraverso applicazioni decentralizzate, sicure e aperte che imitano gli strumenti del settore tradizionale.

Nel corso degli anni, e nella speranza di democratizzare la finanza e di guidare l’inclusione finanziaria senza soluzione di continuità escludendo l’intermediario, i creatori fecero nascere l’idea di DeFi.

Tre anni dopo, e alla fine del 2020, DeFi in Ethereum blocca attualmente oltre 13,5 miliardi di dollari di asset digitali. Tuttavia, il potenziale di questo sotto-settore, nonostante la sua crescita esponenziale nel 2020, dovrebbe essere di centinaia di miliardi in futuro, secondo gli esperti del settore.

Un sistema DeFi che colleghi tutte le piattaforme di smart contracting con dApp di finanza aperta attiva potrebbe catalizzare questa crescita. Di conseguenza, la domanda di servizi e prodotti finanziari decentralizzati a catena incrociata è aumentata. Gli utenti vogliono servizi migliori in modo da poter bloccare i loro Bitcoin e XRP per citarne alcuni.

Kava è il re della Cross-Chain DeFi?

Se l’interoperabilità DeFi è il nome, il protocollo Kava è di gran lunga il leader.

Insieme alle applicazioni che dipendono dal suo strato scalabile per prosperare, è senza dubbio che il 2021 – un anno in cui l’attenzione si concentrerà sulla creazione di un vivace ecosistema DeFi che colleghi tutte le applicazioni più popolari – sarà un anno in cui la proposta di valore principale di Kava sarà visibile per tutti e per tutti.

Per i non iniziati, la blockchain Kava è il primo hub DeFi a catena incrociata al mondo. Secondo Scott Stuart, co-fondatore e Chief Product Officer di Kava, il loro obiettivo è quello di „creare una piattaforma di servizi finanziari decentralizzata che le applicazioni e gli sviluppatori possano sfruttare con facilità, a tempo indeterminato“.

Attraverso questo hub Kava, gli utenti possono fare leva su alcune delle principali valute crittografiche come Bitcoin non solo per concedere prestiti con un interessante rendimento annuale, ma anche per prendere in prestito prestiti in USDX – uno stablecoin inerente alla catena di blocco Kava – con i loro beni come garanzia.

È interessante notare che esiste anche la possibilità per i mutuatari di ipotecare i loro prestiti in USDX.

Per esempio, una volta che hanno preso in prestito, possono utilizzare gli stessi fondi per fornire nel protocollo Hard, guadagnare premi in HARD, il token di governance, e contemporaneamente guadagnare tassi di interesse che sono dinamicamente fissati dal protocollo Hard.

Inoltre, i mutuatari possono accedere alla leva finanziaria sintetica. In questo accordo, possono scambiare USDX con altre garanzie collaterali e contrarre altri prestiti. Ripetendo questo processo, ogni mutuatario può creare una leva finanziaria sintetica, creando di fatto una posizione lunga con leva finanziaria.

Inoltre, nell’ambito del programma early adopter annunciato il 9 giugno, gli utenti sono incoraggiati a sottoscrivere prestiti in USDX utilizzando le loro attività criptate. Il programma di bootstrapping della liquidità Kava distribuirà oltre 80 milioni di KAVA in quattro anni, fino al 2024, come incentivo.

Anziché passare attraverso la burocrazia e passare attraverso un intermediario, come avviene di solito con le banche, Kava si comporta come una banca decentralizzata che collega efficacemente gli utenti a prodotti interessanti come le monete stabili, i prestiti e i conti fruttiferi, come già detto.

Piuttosto che limitarsi a detenere i propri asset, gli utenti possono guadagnare di più senza la necessità di tokenizzare i propri asset per partecipare a DeFi attraverso piattaforme come Ethereum.

Per aumentare ulteriormente la domanda di Kava, permettendo agli utenti di trarre vantaggio dall’alto throughput e dall’ambiente scalabile di Kava, il lancio del Protocollo Hard è un cambiamento radicale.